Storia e Cultura - Unita' d'Italia

Visite: 6915

Il 27 ottobre 1860 Giuseppe  Garibaldi invitato a colazione da Vittorio Emanuele, dopo averlo salutato re di Napoli, non andò, con la scusa di averla fatta.

Ma poi mangiò pane e cacio proprio nel piccolo portico della chiesetta di S. Vitaliano, convenendo con i suoi amici, mesto, raccolto, rassegnato apposto estremo, assegnato ai suoi valorosi nella marcia con le truppe regie a cui si era unito.